Per iniziare bene il 2010!

Anche questo 2009 è ormai finito per lasciare il passo a quello che si spera sia un fantastico 2010 [beh almeno io spero sia meno oberato di lavoro -_-].. Purtroppo mi sono persa una miriade di film ç_ç perciò non mi sento proprio in grado [ma non lo farei nemmeno li avessi visti tutti] di stilare una qualsia lista di "film dell' anno"; quella che voglio proporvi è piuttosto una serie di consigli [si spera buoni :)] per iniziare con energia un nuovo anno!


Partiamo subito con 3 film che non doveve proprio perdervi per nessun motivo al mondo:


In primis il bellissimo Gran Torino, ultimo capolavoro del grandissimo Clint Eastwood: per me senza dubbio la miglior pellicola dell' anno! Una regia splendida e sapiente, condita di una bella fotografia, ci prende per mano e ci accompagna in una storia agrodolce, dove l' ironia tagliente e cattiva del nostro anti-eroe Kowalski diventa fattore di profonda riflessione, fino a giungere ad un finale drammaticamente dovuto, dove finalmente il protagonista può trovare il riscatto che cercava, lasciandoci in un limbo di vittoria e sconfitta. Un film leggero come una piuma ma dalla carica emotiva fortissima, una carezza con la forza di un pugno.
Per riprenderci subito dopo dalle lacrime versate è bene approdare sul simpaticissomo I Love Radio Rock! una pellicola divertente, piacevole e coinvolgente, che non ci fa distrarre e si lascia guardare con estremo piacere, merito anche della bella e ricercata colonna sonora e delle ottime prove degli attori che ci regalano dei personaggi meravigliosi. Una bella commedia, che nella sua semplicità riesce ad essere estremamente intelligente e ad affrontare con sapiente leggerezza e freschezza temi importanti come la libertà d' espressione e la voglia di vivere.
In fine, ma non per importanza, non dimentichiamoci [ma soprattutto non perdiamoci] l' ultima fatica tarantiniana Bastardi senza Gloria! Un film che va visto tutto d' un fiato, perchè mentre te lo guardi esplode come una bomba sprigionando un' energia fortissima che ti coinvolge inchiodandoti alla sedia fino alla fine. Inutile dire di più, le sensazoni forti si vivano solo sulla pelle. imperdibile ;)

Ecco poi una serie di pellicole che ho molto apprezzato, per un motivo o per l' altro, e che ci tengo a vaolrizzare ancora uan volta:



Si parte con il delicatissimo viaggio sentimentale del piccolo Max Nel Paese delle Creature Selvagge, dove veniamo investiti dalla forza senza confini della sua fantasia che ci trasporta in un mondo colorato e divertente, ma allo stesso tempo insidioso e mutevole, proprio come i sentimenti delle persone. Una pellicola dalla fortissima componente sentimentale, ma di una bellezza visiva straordinaria. Da gustare con la mente di un bambino, completamente libera da ogni preconcetto :)
Si passa poi ad un film dalle tematiche sicuramente più adulte e cupe: Watchmen. In un mondo completamente allo sbando e sull' orlo di una guerra nucleare, gli unici che possono salvarci sono proprio una squadra di eroi mascherati chiamati Watchman, non fosse che la maggior parte di loro a abbandonato la maschera per darsi ad una vita comoda e borghese.. l' unico in grado di riunirli è Rorschach, un "eroe" che di eroico on ha nulla se non la sua moralità distorta e incorruttibile. Una pellica di grande impatto che ci propone una storia dalle tinte estremamente forti, peccato per il rallentamente estremo a metà film, che fortunatamente, però, recupera sul finale. Da vedere con una bella dose di pop corn e coca cola!
Torniamo su lidi [alieni] più leggeri con il divertente Planet 51 che ci allieta con una storia tutto sommato semplicissima, ma che grazie al ribaltamento delle parti riesce a dare un tocco di vera simpatia al tutto. Nel complesso un film molto divertente, di sicuro intrattenimento e godibilissimo da tutte le fasce d' età: a partire ovviamente dai bambini, fino ad arrivare ai più grandi per cui non può non risultare un film a suo modo fine e ben curato, divertente non solo per le battute più esplicite, ma anche e soprattutto per la miriade di citazioni cinematografiche di cui è letteralmente disseminato. Cogliete la scusa di farlo vedere ai vostri parenti bimbi e non perdetevelo nemmeno voi :D
In ultimo per una serata senza impegno fra amici mi sembra giusto citare il recente L' uomo che fissa le capre: una pellicola fine, composto da un' ironia sottile e divertente fa grandemente sorridere di gusto grazie ad un mix perfetto di battute, situazioni al limite dell' assurdo, personaggi fantastici quali Clooney con il ciuffo emo-punk e uno splendido Kevin Spacey dalle faccie micidiali, e il fatto che per tutto il tempo Lyn non fa altro che ripetere a Bob (Ewan McGregor) che è il nuovo guerriero Jedi.. situazione che più ci penso più mi fa scompisciare XD Certo non sarà il film più intrigante dell' anno, ma la sua scanzonata semplicità e il suo non prendersi sul serio fino in fondo gli danno un tocco di sincerità che lo rende davvero un buon film.


..Ma non dimentichiamoci del mio genere preferito: l' horror! di gran lunga sono state maggiori le uscite di film che è già tanto definire "pessimi", ma per fortuna qualcosa si è salvato..



Iniziamo subito con quella che è senza dubbio la pellicola migliore del genere uscita quest' anno: Drag me to Hell!! Il grandissimo Sam Raimi ritorna sullo schermo con quello che sicuramente è il genere che più gli si addice regalandoci un film che non può non coinvolgerci dall' inizio alla fine! una sapiente regia che riesce a caricare i soliti clichè del genere di rinnovato interesse, e che fonde con una maestria incredibile momenti di vero terrore a scene di assoluto trash e grasse risate, il tutto mantenendo sempre una dignità altissima. Un grande film, assolutamente da non perdere!

Da segnalare anche la buona prima prova dell' esordiente Bryan Bertino che proprio all' inizio dell' anno è uscito nelle sale con The Strangers. Il film inizia a rilento, ma dopo la prima mezz'ora, con l'arrivo dei tre serial killer, lo scenario cambia radicalmente: un susseguirsi di situazioni angoscianti e inquietanti condite da un'azzeccata colonna sonora ci accompagnano per tutta la durata del film rendendo l'attesa della comparsa in scena dei tre folli davvero angosciante, anche perchè le reazioni dei due fidanzati sono molto realistiche; la prova dei due protagonisti è infatti molto buona specialmente quella di Liv Tyler che riesce ad avvicinarci molto al suo personaggio. The Strangers forse incappa in errori stilistici che si potevano facilmente evitare, ma come scritto sopra per essere un primo film il regista non ha nulla da rammaricarsi. Perfetto per una serata fra amici all' insegna di brividi facili :)
In fine è assolutamente imperdibile il bellissimo Lasciami Entrare. Carico delle fredde e dure atmosfere nordiche, questa pellicola in realtà non è certo un "horror convenzionale", anzi da questo ambiente prende solo il protagonista "vampiro" per poi distaccarsi completamente e coinvolgerci in quella che in realtà è una profonda e drammatica storia di sentimenti, crescita e disagio sociale. Proprio per questo motivo l' azione e gli effetti speciali vengono tralasciati a favore della ricerca dell' impatto emotivo tramite un lento raccontarsi attraverso gli occhi del piccolo (e bravissimo) Oskar, e una splendida parte tecnica; una ricerca che trova a pieno il suo compimento chiudendosi con un finale a dir poco struggente.

E adesso quattro brevi rubrichette:

-Ripescaggio dal passato-




Essendomi riscoperta una vera e propria amante del genere trash non posso che andare a ripescare due (o meglio dire 3) film degnissimi di questo titolo!
I primi i due sono i componenti del progetto Grindhouse: A prova di morte, del grandissimo Tarantino, e Planet Terror del fedele compagno di avventure Rodriguez. Il primo è ovviamente caratterizzato da una storia assurda nettamente divisa in due parti, collegata dalla bellissima e miticissima presenza del grande Kurt Russel XD Bella la prima parte per quanto riguarda la ricercatezza scanzonata delle immagini che ci regalano ottime sequenze; tecnica che nella seconda parte lascia il passo ad il ritmo più scattante di un bell' inseguimento adrenalinico in macchina con tanto di degna scazzottata finale! il tutto condito ovviamente da una gran bella colonna sonora e dialoghi sempre micidiali.. inzomma puro stile Tarantino!
Nel secondo film ci troviamo catapultati in un mondo invaso da zombie puro b-movie style che spargono sangue e budella un po' in ogni dove, dove gli unici in grado di fermarli sembrano essere il misterioso Wray, la sua ragazza Cerry con al posto di una gamba un bastone di legno (e poi un mitragliatore XD!!) e un' austera dottoressa dalle tendenze lesbiche e con le mani fuori uso colpa degli anestetici :DDD, ma per farlo dovranno battersi persino contro il governo, finendo per far esplodere un po' tutto e pargendo più sangue e budella perfino degli zombie.. un vero e proprio splatterone trashone XD assicurate le grasse risate!!
Il terzo film ripescato è Slither di James Gunn: una pellicola ricca di citazioni (la Cosa, la Notte dei morti viventi..) che volutamente si prende in giro e diverte lo spettatore mantenendo comunque una sua dignità.
La storia resta negli standard del genere (invasione aliena e controllo delle menti) proponendo però delle idee interessanti; ma soprattutto una carrellata senza fine di scene da scompiscio completo XDDDD troppe le situazioni volutamente assurde condite da battute divertenti che non possono non farci amare questo film! imperdibili per gli amanti del genere e per chi sa farsi due genuine risate anche davanti all' orripilanza :D


-Menzione speciale-






Una pellicola che merita sicuramente una visione anche se secondo me un po’ troppo pretenziosa, probabilmente da intendere più come opera visiva (bellissimo tutto l’ aspetto tecnico come luci, inquadrature e colori, che va a comporre una serie di sequenze che sembrano quasi quadri in movimento) viaggio nel dolore che porta alla follia e nella lotta fra i sessi; come film purtroppo perde man mano che ci si va avanti gran parte del senso e la trama si fa labile e fumosa, lasciandoci davanti ad un finale gravemetne menomato [e non solo perchè la Gainsbourg si tagliuzza le parti intime..]
Destinato probabilmente ad essere ricordato più per le reazioni della critica che per altro..


-Da scansare con cura-


Molti anche quest' anno le pellicole da scartare o dimenticare. In primo piano come sempre una carrellata di pseudo horror che in effetti risultano terrificanti, ma non per i motivi che speravano i registi: primo fra tutti Il mai nato, pellicola di una banalità assoluta: un susseguirsi di cliché triti e ritriti vanno a susseguirsi in maniera maldestra per tutta la durata del film, portandoci in maniera quasi mai logica da una situazione assurda all’ altra trovando il suo apice nel cane dalla testa girata al contrario (°_°). Sugli effetti speciali e la realizzazione tecnica è meglio stendere una coperta cerata (un velo potrebbe essere troppo poco) neanche tanto pietosa; sugli attori invece ci sarebbe da dire moltissimo, ma mi limito a chiedere: Gary Oldman perché sei sceso così in basso?; seguono praticamente allo stesso pari Imago mortis, dalla realizzazione altremodo fumosa (e non solo perché la luce è quasi del tutto assente, rendendoci a volte impossibile capire cosa stà succedendo) ed incoerente (un mescolone continuo di visioni, flashback, sogni e immagini a caso..) che passando per mille cliché ed espedienti tipici, ci porta ad un finale assolutamente scontato ed illogico; e Il respiro del Diavolo, un film (?) caratterizzato da riprese e fotografia veramente dilettantesche, musica messa a caso, un bambino a dir poco antipatico e che oltretutto non sa neanche lontanamente recitare, soluzioni che ci portano a capire cosa succederà per tutto il resto del film dopo neanche 5 minuti e un mirabolante finale in cui il povero Josh Holloway (per quale arcano motivo hai scelto di fare questo film °_°??) è costretto a combattere con poltergeist, lupi demoniaci, fantasmi e la fatidica accetta volante che sembra dotata di vita propria.. ma il regista era andato a farsi un panino mentre giravano il film?


-Cocenti delusioni-


Per quanto molti di voi diranno "Beh ma che cavolo ti aspettavi??" per me la più grossa delusione è stata sicuramente Uomini che odiano le donne ç_ç partendo dall' ovvio presupposto che ho letteralmente adorato i libri originali è chiaro che non potevo aspettarmi di riscontrare in questa pellicola, sapendo oltretutto in partenza che era nata come film tv, un capolavoro.. purtroppo quello che ci troviamo di fronte non è solo scarso, ma proprio pessimo nonostante la storia originale fornisca tutto quello che è necessario per creare un film veramente bello. La storia è rimescolata in modo veramente troppo sbrigativo, facendo piombare Mikael da un’ indizio all’ altro meglio che nelle cacce al tesoro per bambini, non approfondendo nemmeno un pochino i vari legami affettivi dei personaggi, ne tantomeno la figura di Blomkovist, che da uno dei protagonisti scala in netto secondo posto.. Bella soltanto Noomi Rapace (Lisbeth Salander) che interpreta il suo personaggio in maniera magistrale.
Secondo schiaffo in faccia me lo ha sicuramente dato il tanto atteso Harry Potter e il Principe Mezzosangue: Yates, che aveva fatto un ottimo lavoro col precedente film, non riesce a bissare e ci propone una pellicola non scadente, ma piuttosto scarsa. Tecnicamente niete da eccepire, belle le atmosfere “cupe e tempestose” e gli effetti speciali davvero spettacolari. Purtroppo però la storia originale, necessaria al fine della comprensione della storia, è stata spogliata completamente di qual si voglia senso logico e informazione interessante a favore di stupidi siparietti amorosi di dubbio gusto (peraltro del tutto inesistenti nell’ originale) che ci accompagnano con fastidiosa melassa fino alla fine..
A questo proposito “notevole” la completa assenza di personaggi fondamentali come Draco, Piton e tutta la parte in cui si parla delle misteriose origini di Voldemort, storia sulla quale in realtà dovrebbbe essere improntato tutto questo capitolo; per non parlare del colpo di scena finale a cui in totale viene riservato un massimo di un minuto, quando invece è fattore di un completo sconvolgimento nella vita di molti personaggi, primo fra tutti il protagonista. Tristissimo ò_ò
Non dimentichiamoci infine nemmeno di Angeli e Demoni! non mi aspettavo proprio nulla nulla da questo film, ma nonostante questo è riuscito cmq a deludermi °_° una pellicola veramente scarsa la cui sceneggiatura sembra portata non ad orchestrare gli intrighi ma a pubblicizzare la Lancia Delta -_- i personaggi sono talmente marginali che sembrano essere tutti di livello secondario per non parlare di Langdon la cui inutilità ai fini della trama è quasi sconvolgente, tanto che alla fine è più facile che ti ricordi di lui non come protagonista ma come piccola comparsa.. In sostanza un filmettino veramente ino che non è buono nemmeno come thriller d’ intrattenimento, peggio persino del precedente Il codice Da Vinci..


***


E adesso facciamo un po' di spazio a delle buone letture e a qualche consiglio da seguire per non incappare in altre piuttosto pessime:

-Pubblicazioni recenti-



Partiamo subito con una recente e piacevolissima lettura: La Maledetta dello spagnolo Marc Pastor. Un astuto poliziesco che mescola con sapienza invenzione letteraria e reali fatti di cronaca nera riuscendo ad avvincerci dall' inizio alla fine, grazie soprattutto alla presenza di un' ottima gamma di personaggi primo fra tutti il protagonista, l' ispettore Corvo, che non potrete non amare. Il ritmo è ottimo e resta alto nonostante non ci siano scene di lotta, sparatorie o azioni da scarica di adrenalina, guidandoci all' interno di un' indagie di polizia molto realistica.

Bello, ma sicuramente molto più leggero, anche il simpatico Ghostgirl della Hurley: un libro senza dubbio concepito e scritto per un pubblico al femminile, che si fa leggere e gustare grazie soprattutto alla freschezza e leggerezza dei personaggi e edella trama, che nonostante ricalchi alcuni clichè tipici del genere "adolescenziale" riesce cmq ad essere avvincente ed intrigante. Grande punto di merito questo libro lo guadagna attraverso l' ottima caratterizzazione dei personaggi [ognuno vuole essere una critica più o meno esplicita verso la società adolescente americana] soprattuto della sfortunata Charlotte..
Per ultimo mi sembra doveroso rammentare 13 di Jay Asher: un romanzo dalla scrittura sempice dedicato anchesso ad un pubblico giovane, un efficace monito contro i soprusi che spesso si fanno senza neanche renderse conto alle altre persone. Un romanzo di grande impatto e di una forza incredibile, capace di catturarti e incatenarti alle sue pagine dall' inizio alla fine.

-Dal passato-




In primis sicuramente il grandioso Il nome della Rosa del nostrano Umberto Eco, un bellissimo thriller storico che ci cattura dalla prima all' ultima pagina: avvalendosi di frequenti citazioni latine, divagazioni storico-religiose-filosofiche e una sconfinata conoscenza del tempo e delle realtà medivali Eco costruisce un mondo estremamente reale nel quale si muovono personaggi splendidamente caratterizzati, che non potranno non rimanere nei nostri cuori. Sicuramente una delle migliori opere contemporanee, da annoverare senza dubbio già fra i grandi classici della letteratura moderna italiana e non.
Iperdibile anche l' ormai classico Misery del buon vecchio Stephen King: al top della sua bravura il nostro beniamino ci regala una storia palpitante ed angosciante che vede come protagonisti due personaggi veramente splendidi e perfettamente riusciti, riuscendo a coinvolgerci, soprattutto nei confronti del povero Paul, in un turbinio di follia e terribili torture..

-Menzione speciale-









Non poteva essere diversamente visto che per me quest' anno è stato letteralmente all' insegna di questa splendida trilogia :D! si parte con Uomini che odiano le donne, un thriller perfettamente riuscito nel quale Larsson da vita a due personaggi splendidi [soprattutto la problematica Lisbeth che io adoro ♥] che ci accompagnano in una storia di soprusi fatta di intrighi familiari, colpi di scena inattesi e indagini poliziesche ben ricostruite.
Si passa poi al secondo volume La ragazza che giocava con il fuoco: la caratterizzazione dei personaggi è sempre più forte, tanto da renderli praticamente vivi, e la serie di vicende ed intrighi che si susseguono senza pietà ci portano in un soffio verso l' atteso finale che non può non lasciarci col fiato sospeso in attesa palpitante di iniziare l' ultimo libro La regina dei castelli di carta.
Uno spaccato dai toni molto forti sulla politica e la burocrazia interna, e sui servizi segreti svedesi, dai chiari segni di denuncia, non sempre faccilissimo da leggere per chi come me non se ne intende di queste cose, ma dove ritroviamo i nostri amati personaggi e ne consociamo di nuovi, sempre magistralmente caratterizzati, e dove veniamo continuamente sorpresi da colpi di scena inaspettati; la storia iniziata nel precedente volume continua inarrestabile risucchiandoci completamente al suo interno, per condurci ad un degno finale che ci soddisfa pienamente. La bravura dell' autore stà, oltre che nel saper gestire bene i suoi personaggi e la storia, nel prendersi tutto il tempo necessario per far tornare tutto alla perfezione: non si lascia andare alla sintesi per rendere il libro più breve o più semplice, Larsson si prende tutte le pagine che servono per spiegare tutto quello che cè da spiegare.
In conclusione quindi un' ottima serie di libri che vi conciglio ancora una volta, e ancora di più, di leggere!

..mi scuso per l' enormità di questo post, ma spero di essere stata utile per lo meno per chi alla ricerca di qualche buon film o libro di questi non sapesse nulla, e cmq Buon anno :D!!!!












[per leggere le rensioni complete dei film e dei libri basta cliccare sulle relative locandine e copertine, o sul titolo-link. Per quanto riguarda le recensioni dei film horror verrete indirizzati sul blog Il Labirinto del Diavolo che gestisco insieme alla mia amica Midnight*]

1 commento:

AmosGitai ha detto...

Nell'augurarti buon anno invito te e i tuoi lettori a votare i migliori film ed interpreti del 2009.

VOTA I MIGLIORI FILM ED INTERPRETI DEL 2009!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails