Persepolis

REGIA: Marjane Satrapi, Vincent Paronnaud;
TITOLO ORIGINALE: Persepolis;
ANNO/PAESE: 2007, Francia;
GENERE: animazione, drammatico, commedia;
DOPPIATORI ORIGINALI:
Chiara Mastroianni -
Marjane Satrapi
Catherine Deneuve - Tadji Satrapi, la madre
Simon Abkarian - Ebi Satrapi, il padre
Gabrielle Lopes Benites -
Marjane da piccola
Danielle Darrieux - Nonna
DOPPIATORI ITALIANI:
Paola Cortellesi - Marjane Satrapi
Licia Maglietta - Tadji Satrapi, la madre
Sergio Castellitto - Ebi Satrapi, il padre
Angelica Bolognesi - Marjane da piccola
Miranda Bonansea - Nonna
DURATA: 95 min;
COLORE: bianco e nero;
CITAZIONE:

"Non cè niente al mondo peggio del rancore e della vendetta,
Resta sempre integra e coerente con te stessa."

VOTO: ****
TRAMA:

La vita della piccola Marjane non è facile: nata in Iran sotto la dittatura dello Scià da due genitori progressisti che auspicano l' arrivo della democrazia. Ma quando la rivoluzione arriva non è esattamente quello che si aspettavano e ben presto anche questo nuovo potere politico si trasformerà in una dittatura che imporrà a Marjane di nascondere la sua indole ribelle di donna forte ed indipendente sotto un velo, costringendola ad esempio a comprare di contrabbando cassette degli Iron Maiden che poi potrà ascoltare solo di nascosto.
I genitori che vorrebbero per lei la libertà di scegliere il proprio futuro soffrono a vederla così e allo scoppio della guerra fra Iran e Iraq decidono di farla trasferire in Austria a continuare gli studi nel Liceo francese.. ma, completamente sola in una terra straniera e ostile nei suo confronti, Marjane dovrà affrontare altri mille problemi.

COMMENTO:
Uno spaccato sulla vita di una donna ( l' utrice stessa ) che è dovuta crescere in una situazione difficilissima, delle scelte che lei e la sua famiglia hanno dovuto affrontare, e di una terra natia bella ma ostile ed incongruente, difficile da dimenticare, ma ancora più difficile da vivere. Molto bello ed intenso, ma che non tralascia momenti o situazioni divertenti che lo rendono più godibile.
Bellissima la tecnica di realizzazione che ci avvina davvero moltissimo al fumetto originale; belle anche le musiche anche se spesso marginali, indimenticabile però quando Marjane si sveglia dalla depressione e interpreta Eye of the Tiger XDDDD!!!!
Unico neo a questo bel film è la lentezza.. nonostante duri solo 95 minuti sembra durare ore e verso la fine diventa piuttosto pesante. Comunque molto bello, non perdetevelo!

CONSIGLIATO: si.
TRAILER:






LINK UTILI:
Sito web ufficiale del film (EN)
Scheda wiki sul film (IT)
Sito web dell' autrice (EN)

6 commenti:

Christian ha detto...

Gran bel film. Francamente non me lo ricordo così lento... L'ho visto però in lingua originale (con doppiatrici del calibro di Catherine Deneuve, Danielle Darrieux e Chiara Mastroianni) e non ho idea di come sia stato doppiato in italiano (di solito il peggioramento è notevole...)

Ciao!

Smilla* ha detto...

non capisco proprio perchè cè l' avete tutti con il doppiaggio italiano.. cmq ho visto un pezzo in lingua originale, e secondo me la Cortellesi non è affatto male, anzi.
Sarà che l' ho visto la sera tardi, magari ero un po' stanca, fatto stà che l' ho trovato piuttosto lento soprattutto da quando lei torna in Iran.. non che diventi noioso o inguardabile, solo un pò lento.
In realtà credo sia dovuto al fatto che hanno scelto (fortunatamente e giustamente) di rimanere molto fedeli al fumetto, quindi mantenendo anche i ritmi dei fumetti e come è successo in altri film, ad esempio Watchman, il ritmo "fumettistico" si rivela sempre un pò troppo lento per il cinema.

Christian ha detto...

non capisco proprio perchè cè l' avete tutti con il doppiaggio italianoForse peché negli ultimi dieci-vent'anni è calato spaventosamente di qualità? Sempre le stesse voci, sempre le stesse intonazioni, che appiattiscono personaggi che in originale erano fra loro diversissimi. Se ti è capitato di vedere alcuni film classici ridoppiati di recente (come fa spesso la Warner nei suoi DVD), il confronto con il doppiaggio più vecchio è impietoso. Quello con la lingua originale, naturalmente, è addirittura improponibile, a parte pochi casi particolari e fortunati. Tornando ai film fumettistici, pellicole come "300" e "Watchmen", già non eccezionali di per sé, in italiano sono state letteralmente massacrate dal pessimo doppiaggio.

Smilla* ha detto...

non sono completamente daccordo, ci sono doppiaggi di gran lunga peggiori di quello italiano, inoltre, almeno per quanto mi riguarda, l' americono moderno è un modo di parlare assolutamente piatto e incomprensibile.
Film come ad esempio Il grande sonno o Quarto potere sono bellissimi da sentire in originale, anzi è praticamente necessario, ma questo perchè gli attori avevano un modo diverso di porsi davanti alla recitazione, la dizione era una parte fondamentale dei loro studi; adesso che i film vertono su temi e situazioni moderne ( cito ad esempio Pulp fiction e Scarface ) necessariamente anche il modo di parlare è molto cambiato, si preferisce il gergo "di strada", e senza offesa, ma l' americano strascicato è più un gorgoglio che una vera e propria lingua.
( ovviamente stò parlando solo di film americani, lingue come il giapponese o lo svedese, per esempio, sono a me del tutto sconosciute quindi non posso dire una parola sul modo di recitare degli attori )
Oltretutto non dimentichiamoci ( che tranne rari ed eccellenti casi ) il cinema è nato e rimane prima di tutto intrattenimento, se non può essere accessibile a tutti diventa fine a se stesso e quindi inutile.
Ovviamente ognuno ha le sue opinioni, e un bel film merita sempre di essere visto anche in originale ( anche solo per curiosità ), ma la stragrande maggioranza fanno la loro figura anche in italiano, o per lo meno non necessitano di ulteriori approfondimenti.

Luciano ha detto...

Bellissimo film visto tempo fa quando uscì al cinema (per fortuna), ma purtroppo non ho avuto ancora occasione di leggere il fumetto.

ale ha detto...

il cartone miè piaciuto molto, davvero interessate e carico di tematiche forti che, nonostante la lentezza generica, non ti fanno pesare la durata generale.

Per quanto riguarda il doppiaggio, non è possibile schierarsi a prescindere pro o contro, il doppiaggio è necessario per quelle pellicole dove lasemplice sottotitolatura non esaurisce i contenuti. Infatti uno si deve comunque "aiutare" con il sonoro, per comprendere a pieno il film, e io sfido chiunque non sia californiano, a comprendere a pieno "Pulp Fiction" o "le iene". Non c'è il verso. Ci ho provato, ma non ci si capisce una mazza! :D
Poi il doppiaggio avrà anche i limiti legati alla traduzione dei concetti in una lingua differente, ma almeno copre voci e dizioni imbarazzanti come quelle di John Travolta!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails