Videocracy, siamo un po' come la corte di Versaille..

..da fuori sembra tutto bello, ma dentro è una gran merda. ennesima riprova di quanto poco normale sia il paese in cui, malauguratamente, siamo nati e cresciuti ecco che i mezzi di informazione di massa si coalizzano contro l' informazione di massa. la tv dovrebbe essere il primo fra tutti, perchè il più diretto e semplice, con il quale rendere partecipi i cittadini italiani di tutte le campane che suonano, ma come ormai abbiamo compreso [purtroppo solo una piccola e ristretta minoranza] il pluralismo d' informazione è ormai una mera e pia illusione. così, grazie a questa vergognosa coalizione di ignoranza ed ingnoranti, ecco che le reti principali (mediaset e rai [ma perchè continuiamo a pagare il canone?]) bloccano la messa in onda del nuovo documentario di Erik Gandini, Videocracy, in uscita nelle sale il sempre più prossimo 4 settembre. le scusanti usate dai portavoce rai [ma non era la tv degli italiani?] sono queste:
"la rai non puù trasmettere programmi, anche in forma di spot, senza tener conto delle norme sulla par condicio e sul contraddittorio anche in periodo non elettorale" (..) "Al momento Fandango, casa distributrice del film, non ha messo la Rai nella condizione di poter trasmettere lo spot nel rispetto delle regole su indicate"
diciamo piuttosto che vi fa pipa al culo trasmettere questo trailer perchè mostra la vera faccia della tv italiana, culi e tette. vergogna. vergogna perchè la nostra tv fa veramente schifo e cerca di ottenebrarci il cervello [riuscendoci, purtroppo] mostrandoci nudità a tutte le ore del giorno e della notte, e perchè cerca di farci amare ed idolatrare personaggi come Corona [e poi ci si stupisce che i giovani d' oggi si danno ad alcolismo, droghe, sesso, strozzinaggio e bullismo già dall' età di 11 anni] e mille altri di vero dubbio gusto. vergogna perchè i nostri mezzi d' informazione sono rimasti all' epoca del fascismo e noi li lasciamo fare. vergogna.


13 commenti:

Anonimo ha detto...

Non è certo un granché, ma non è nemmeno la prima volta che succede, non solo in Italia: pensa alla distribuzione (?) di "Death of a President" in America, o di alcuni film di Michael Moore, sempre in USA: la libertà di espressione è tale se hai abbastanza soldi per autofinanziarti. Perfetta filosofia capitalista. Effettivamente, fa schifo.
Giacomo (blogger de "L'occhio critico")

Vision ha detto...

Questa realtà è ormai presente in tutti i paesi industrializzati, perché sono le persone con "il potere" a decidere cosa far vedere e cosa non far vedere, sono loro a condizionare la libertà di parola, a cercare di omettere le verità che bruciano i culi dei c*****ni capitalisti (primo fra tutti Silvio il Grande, nipote del Duce)... ma costoro si dimenticano che nel mondo la popolazione supera i 6 miliardi di abitanti, e non credo che tutte queste persone possano essere manipolate dall'alto: c'e gente che tutti i giorni cerca di pensare a cosa fare per instaurare una democrazia mondiale... e il buon Obama sta sulla strada giusta...

a presto!!!

Una nana qualunque ha detto...

al 4 settembre manca poco
inutile dire che vorrò vederlo

Smilla* ha detto...

@ giacomo, vision:
daltronde tutto il mondo è paese -____- il problema è che la maggior parte della popolazione si accontenta, e, anzi, è convinta che tutto vada bene! la cosa che mi fa più rabbia è che noi italiani dovremmo aver già imparato dai tempi del fascismo cos'è e a cosa porta la disinformazione e la falsa informazione.. è proprio una bella merda.

@ nana:
andremo insieme ovviamente ;)

parlamipiano ha detto...

ciao Smilla ti voglio premiare per questo impegnativo Blog e per la tua fantasia.
Vai nel mio blog e segui le istruzioni:)

RobJ ha detto...

ciao complimenti per il blog, mi piacerebbe inserirti nella mia lista di amici all’interno dei miei blog, se sei interessato allo scambio link fammi sapere.
i miei blog sono:
www.queen-robj.blogspot.com (my fairy queen )
www.iltrovaricette.blogspot.com (il trovaricette)
www.blog-battitodali.blogspot.com (battito d’ali)
www.alimentazionemedievale.blogspot.com (alimentazione medievale)

butterfly.23 ha detto...

ciao e grazie di aver inserito i 4 nostri blog...abbiamo fatto altrettanto! :D

DaN ha detto...

Ciao,

scrivo da parte dell’agenzia di comunicazione Alphabet City Srl (Roma).
Abbiamo una comunicazione per la scrittrice di questo blog.

Si prega di contattare l’agenzia scrivendo all’indirizzo: redazione@alphabetcity.it

Saluti e buon lavoro,
Daniele Federico
Alphabet City

Sacco ha detto...

Ciao, perdonami per l'off topic. Sono Sacco, creatore e gestore di "Ricette Blog". Mi farebbe molto piacere se accettassi la mia proposta di scambio link, fammi sapere. ;-)

Blogroll di "Ricette Blog"

Recenso ha detto...

In effetti senza internet non avrei saputo nulla di questo film. appena passa lo vedrò :-)

Smilla* ha detto...

@ recenso:
bene, sono contenta che il mio intervetto nel suo piccolo sia servito a qualcosa :) !!

Luciano ha detto...

Anch'io avevo distrattamente scambiato questo film per un cinepanettone. Fortunatamente grazie ai blog cinefili (tra cui questo) ho potuto guardare meglio e rendermi conto che è un film assolutamente da vedere, alla faccia della RAI.

Anonimo ha detto...

good start

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails